F1 Addiction

Raikkonen: in Ferrari non c’è un numero uno

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il finlandese nega che in Ferrari si sia già scelto il pilota sul quale puntare. Per quanto riguarda il futuro, Kimi ha le idee chiare ma non vuole rivelare i suoi piani.

Nonostante le polemiche seguenti al Gran Premio di Monaco, dove in molti hanno visto una strategia favorevole a Vettel a danno di Raikkonen, il finlandese respinge le accuse e insinuazioni di chi dice che la Ferrari abbia già designato il pilota numero uno all’interno della Scuderia.

“No in questo momento non c’è nulla – ha affermato, in un’intervista a Motorsport, riferendosi a eventuali ordini di Scuderia a vantaggio di Vettel – ma è normale che possa accadere in seguito quando uno ha la possibilità di vincere e l’altro no.”

“E’ sempre stato così in ogni team in cui ho militato – continua Kimi – non ho nessun problema con questo, credo sia giusto. Si lotta finché si può e se poi dobbiamo fare qualcosa d’altro lo faremo.

E riferendosi alle affermazioni di Hamilton su eventuali favoritismi a Vettel ha ribattuto: “Non so cosa succede negli altri teams, può pensare quel che vuole, a me non cambia nulla. So quello che facciamo e a volte queste cose succedono, non c’è nulla di strano”

“Siamo sempre liberi di correre ma conosciamo le regole del team, e sappiamo cosa vuole il team da noi, è semplice. Gareggiamo al massimo finché possiamo, cerchiamo sempre di battere il nostro compagno di squadra, ma alla fine ci sarà sempre uno davanti all’altro.”

E per quanto riguarda il suo futuro, Kimi non ha voluto rispondere alle domande dei giornalisti: “Ho già i miei piani – ha affermato – ma non ho nessuna intenzioni di condividerli con voi. Non sono affari vostri, voi continuerete, comunque, a scrivere, quindi non fa nessuna differenza.”

“Le persone che devono sapere sono state, già, informate, vedremo quello che succede. Per il prossimo anno non ho un contratto e, come sempre, ci sono un sacco di chiacchiere attorno al mio rinnovo. E quello che è successo a Monaco non ha nulla a che vedere con il contratto.” – conclude un Kimi Raikkonen sempre schietto e diretto.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *