F1 Addiction

Ferrari, mercato piloti: una lista di cinque papabili

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I rumours di mercato riguardanti la Ferrari, come logico, a questo punto della stagione incominciano a farsi sentire viste, anche, le prestazioni altalenanti di Kimi Raikkonen, in scadenza di contratto (come del resto Vettel), non proprio certo, al momento, di aver in tasca il rinnovo per il prossimo anno.

Molti hanno riportato come papabili per un sedile a Maranello un quartetto formato da Rosberg, Sainz, Ricciardo, Fernando Alonso, e con un quinto incomodo, Sergio Perez, che rimane alla finestra per, eventualmente, inserirsi nella lista di possibili, futuri, ferraristi.

Ma quante probabilità abbiamo di vedere uno dei piloti ci cui sopra alla guida di una Ferrari nel 2018?

Ora, ad onor del vero, escluderei subito Alonso, reduce sì da stagioni veramente complicate con la McLaren Honda, che gli hanno fatto crescere la fame di risultati ma che si è lasciato in malo modo con il Cavallino e il suo rapporto burrascoso negli ultimi tempi in Ferrari rendono alquanto improbabile che vesta nuovamente la tuta rossa.

Sainz,secondo me, è un pilota altamente sopravvalutato non all’altezza di guidare una Ferrari anche se Santander, sponsor molto danaroso, potrebbe spingere (e pagare..) per vedere nuovamente uno spagnolo in Rosso.

Ricciardo, invece, oltre a essere legato a doppia mandata con la Red Bull è un pilota che ha già avuto un rapporto difficile con Sebastian Vettel ed è improbabile che in Ferrari si decida di creare tensioni all’interno del team.

I più probabili, a mia personale opinione, restano Rosberg e Perez; per quanto riguarda il primo, per me rappresenta l’identikit perfetto di quello che stanno cercando a Maranello: solido, veloce, ottimo collaudatore, ma tutto dipende dalla sua volontà. Wolff ha detto che non sarebbe sorpreso di rivederlo in Ferrari ma lui ha subito smentito.

Rimane Perez che ha molte qualità: è giovane, veloce, ha già abbastanza esperienza in F1 e l’episodio di domenica scorsa per me non ne appanna, affatto, l’immagine: a questo punto della stagione potrebbe essere, secondo la mia personalissima opinione, quello in pole position per sostituire l’eventuale abbandono di Kimi Raikkonen e a me, personalmente, piace un sacco.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *