F1 Addiction

Baku, Ferrari: cos’è successo?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Ferrari, dopo essersi mostrata molto competitiva nelle prove libere, si perde durante l’ora di qualifiche ufficiali.

Brusco risveglio quello della Ferrari nelle qualifiche ufficiali del Gran Premio dell’Azerbaijan, le monoposto di Maranello, infatti, dopo aver messo in mostra un ottimo passo gara perdono il duello diretto con le Mercedes e, più grave ancora, rimediano un distacco abissale dalla pole di Hamilton.

Ma perché questo cambio repentino di prestazioni? E, soprattutto, oggi in gara succederà lo stesso? I piloti, però, non sembrano troppo preoccupati per il Gran Premio e, entrambi, si mostrano fiduciosi per un buon risultato questo pomeriggio, visto l’ottimo comportamento della SF70-H nelle simulazioni di gara.

Che in Ferrari abbiano deliberatamente sacrificato qualcosa in qualifica per beneficiarne in gara? Beh, sinceramente, non saprei che pensare e, personalmente, nutro un certo pessimismo dopo quello che è successo in qualifica, ma la faccia di Sebastian Vettel nelle interviste non sembrava certo quella di chi ha il morale sotto i tacchi.

“Hanno un secondo di vantaggio ma non credo che ce l’avranno domani” – sono state le parole di Seb e anche Kimi gli fa eco e crede che si possa trovare, ancora, parecchia prestazione dalla macchina, soprattutto, sfruttando al meglio gli pneumatici: “Credo che siamo abbastanza vicini alle Mercedes ma c’è tanto da fare per riuscire a far entrare in temperatura gli pneumatici.” – ha dichiarato il finlandese

Quindi lasciamo da parte le lamentele e il pessimismo e fidiamoci di questa Ferrari che non può essere diventata di colpo così lenta: al momento, si direbbe in linguaggio scolastico, le vetture del Cavallino sono solamente rimandate, speriamo, però, che dopo la gara la bocciatura non diventi definitiva.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *