F1 Addiction

Wolff: siamo guerrieri ma rispettiamo la Ferrari

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Boss della Mercedes non lascerà che il fatto tra Hamilton e Vettel rovini i buoni rapporti che Ferrari e Mercedes hanno fuori dai circuiti.

Il contatto tra Hamilton e Vettel a Baku, in regime di safety car, e la successiva reazione del tedesco hanno minato il rapporto di rispetto e ammirazione che sembrava esistere tra i due.

Toto Wolff riconosce che la dura battaglia in pista può minare la relazione personale tra due persone: “Lo sport ha bisogno di rivalità – ha ammesso – e quello che abbiamo visto a Baku può essere l’ingrediente per un grande campionato.” – e ha aggiunto: “Quando, ad un certo punto della vita, i migliori competono per il campionato, non ci può essere amicizia.”

Ma il Boss della Mercedes ha insistito che, per quanto possa essere dura la battaglia in pista tra Mercedes e Ferrari, farà tutto il possibile per preservare i rapporti di mutuo rispetto e stima fra i due marchi, all’infuori del mondo delle corse.

“Per me il riferimento è il terzo tempo del rugby – ha affermato – durante la gara con la Ferrari siamo nemici e non farei prigionieri, ma dobbiamo essere in grado, una volta finita la competizione, di essere come i rugbisti, di bere una birra assieme e riconoscere i meriti dell’avversario.”

“Lì fuori siamo tutti avversari e guerrieri tuttavia corriamo su una piattaforma condivisa e questo, in qualche modo, ci unisce.” – conclude Wolff.

 

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *